Danzaerea | Tessuti Aerei / Circo / Acrobatica
115
home,page-template,page-template-full_width,page-template-full_width-php,page,page-id-115,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1300,footer_responsive_adv,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-10.0,wpb-js-composer js-comp-ver-4.12,vc_responsive
 

Danzaerea

Danza Aerea • Circo • Acrobatica

Benvenuto

DANZAEREA è un progetto, un’idea, un sogno che nasce da una visione di Silvia Bravo.

La fantasia prende forma e diventa una realtà, concretizzandosi in un’associazione sportiva dilettantistica.

L’obiettivo principale è la diffusione delle discipline aeree e l’avvicinamento ad esse anche da parte di persone che non provengono dal mondo dell’acrobatica o del circo. Le attività sono rivolte a ragazzi ed adulti senza limiti di età, a chiunque voglia sperimentare una nuova esperienza a metà tra il circo e la danza.

A.S.D. Danzaerea sostiene inoltre tutte le attività che possono portare benessere e/o possano completare il bagaglio di preparazione fisica e artistica della persona.

Promuove scambi culturali e circuiti con altre associazioni, con enti pubblici o privati e con tutte le istituzioni che svolgano esercizio, ricerca e sperimentazione, analoghe per finalità.

Cosa sono le discipline aeree?

Le discipline aeree sono basate sull’utilizzo di attrezzi aerei. Si può definire acrobatica aerea quando gli esercizi sono svolti principalmente per dimostrare grandi abilità fisiche, mentre assume il nome danza aerea quando la ricerca coreutica assume una valenza maggiore. Se pur già utilizzate nel circo tradizionale, assumono una diffusione sempre più rilevante nel nouveau cirque, nel quale la ricerca artistica permette all’emozione di superare il gesto atletico.

Gli attrezzi aerei sono innumerevoli: alcuni che possiamo ritenere classici come il trapezio (statico, ballant, volante), i tessuti aerei, il cerchio aereo, la corda liscia o le cinghie aeree, altri invece meno conosciuti come il trapezio Washington o altri ancora più stravaganti come il cubo o il lampadario. Tra le discipline esiste anche l’arte di volteggiare sostenendosi solo dai propri capelli.